Con il video del nuovo catalogo 2015, ikea prende ingiro iPad

obliquo design IKEA PRENDE INGIRO IPAD

[responsive_youtube MOXQo7nURs0]

L’azienda svedese ha lanciato un nuovo spot per pubblicizzare il catalogo 2015 e per l’occasione ikea prende ingiro iPad, ispirandosi ai video di presentazione di Apple. Fatevi 4 risate.

 

Apple è fonte di ispirazione per le altre società, c’è poco da fare. Stavolta, a ispirarsi al suo stile minimalista e ai toni enfatici del marketing non è Samsung, ma Ikea, almeno nella sua variante malese. E l’occasione si presenta col nuovo catalogo 2015.

Lo spot si apre con Jörgen Eghammer, Capo Designer “Güru” (chi si ricorda il Füd e il Pöply della parodia dei Simpson, invece?) della società, che con voce sognante e gli occhi umidi parla di un un dispositivo così semplice e intuitivo che “cambia la vita” delle persone. E poi arriva lui: un catalogo flottante di Ikea in carta e inchiostro.

“Non è un libro digitale, né un ebook” spiega in preda a delirio mistico il Güru; “è un bookbook.” E questo è niente:
“La prima cosa da sottolineare, è che non ci sono cavi, neppure cavi di alimentazione. Il catalogo Ikea 2015 è completamente carico, e la batteria è eterna. L’interfaccia è 7,5″ ma può essere portata a 15″. La navigazione è completamente digitale che un effetto gira-pagina che puoi sentire. I contenuti sono preinstallati con 328 pagine ad alta risoluzione piene d’ispirazione per l’arredamento.”

La navigazione è estremamente semplice: basta scorrere le pagine da destra verso sinistra per andare avanti, e al contrario per tornare indietro. Ma la vera killer feature è un’altra: “ogni pagina si carica istantaneamente, a prescindere dalla velocità con cui la girate.” Ovviamente, ci sono tutte le funzionalità che vi aspettereste da un portento di tecnologia simile, compresa la feature di bookmarking: basta piegare un angolo per ritrovarlo a colpo d’occhio in un secondo momento.

In più il dispositivo è multitasking (basta usare dei post-it di colore diverso) e nativamente progettato per la condivisione offline; per condividere un contenuto, è sufficiente prendere in mano il catalogo e consegnarlo a qualcun altro. Per scaricarlo, è sufficiente attendere il download nella propria cassetta delle lettere o in alternativa “effettuare l’upload di noi stessi” al più vicino negozio Ikea. Se non facesse ridere, il motto finale sembrerebbe quasi seri: Provate voi stessi la potenza del bookbook®.

E ora, confrontatelo col video di presentazione dell’iPad originale, e diteci se non è identico. Buon divertimento.

[responsive_youtube 2l6gXMi_ht8]

Ikea prende ingiro iPad
via: melablog.it